Studio di Vittorio Veneto

Via Dante Alighieri 13

31029 Vittorio Veneto (TV)

tel. 0438 57 653

© 2017 Studio dentistico associato Casotto Gobbato.

PIVA 02085530281

Privacy policy - Cookie policy

webdesign effe2erre.it - powered by gas-store.it

Studio di Padova

Via Cappello 42

35027 Noventa Padovana (PD)

tel. 049 72 58 59

Il tuo dentista è diplomato presso l'Accademia americana di Parodontologia, una specialità riconosciuta dall'Associazione dentisti americana, e socio certificato presso la società italiana di parodontologia

abp

Il tuo dentista è socio attivo della Società Italiana di Implantologia Osteointegrata

osseointegration
sidp
aap
harvard
  • Grey Facebook Icon
  • Grey YouTube Icon
  • Grey Google+ Icon
  • Grey Twitter Icon

L'odontoiatria pediatrica: il dentista dei bambini

30/05/2018

 

 

 

La Pedodonzia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa della salute orale dei bambini, dall’infanzia e per tutta l’adolescenza.

 

Oggi chi tratta il bambino è un professionista specializzato in odontoiatria pediatrica sia dal punto di vista dell’approccio psicologico, sia sotto il profilo delle competenze necessarie a risolvere le problematiche che peraltro si sono ridotte grazie alla prevenzione, sempre più efficace.

 

L’ideale sarebbe far visitare dal Pedodontista il bambino già a 1 anno. In questa occasione non si eseguirà altro che una semplice ispezione sommaria della bocca del bambino, ma è un momento utile per creare un rapporto di fiducia e collaborazione tra il medico e il piccolo paziente.

 

Il giusto approccio psicologico adottato dal professionista consente di aiutare il bambino a superare le paure, talvolta trasmesse inconsapevolmente dai genitori, e di affrontare con serenità lo studio odontoiatrico. La visita dal Pedodontista dovrebbe avvenire in condizioni di salute per consentire la buona riuscita di un corretto approccio psicologico non condizionato dalla necessità di effettuare terapie d’urgenza.

 

Oltre a questo, l’altro aspetto importante dell’odontoiatria pediatrica riguarda l’accompagnamento alla crescita. Il bambino è un soggetto dinamico in continua evoluzione, per questo alcune abitudini viziate, come parlare male, respirare in maniera inadeguata, deglutire in modo non corretto o succhiare il dito, determinano un’influenza negativa sullo sviluppo delle ossa mascellari.

 

Compito del professionista in questo ambito è ripristinare, nelle diverse fasi della crescita, l’armonia, così da permettere un sano sviluppo delle strutture afferenti al cavo orale e informare correttamente i genitori sulle più opportune misure di igiene orale per il bambino.

Di seguito risponderemo alle domande più frequenti con una serie di consigli per la salute dei denti dei bambini.

 

A che età si dovrebbe iniziare a usare lo spazzolino e il dentifricio?

 

I denti e più in generale la bocca devono essere puliti e detersi fin da subito! Il che vuol dire che non appena spunta il primo dentino occorre incominciare a prendersene cura.

 

Fino a quando le capacità manuali del bambino non gli consentono di spazzolarsi i denti da solo è necessario che i genitori puliscano i denti e le gengive almeno due volte al giorno.

Per “lavare i dentini” del bambino si può usare una garza bagnata arrotolata su un dito e passata sui dentini e massaggiare tutte le mucose della bocca.

 

Per far familiarizzare il bambino con lo spazzolino è consigliato trasformare l’operazione di pulizia in un gioco (sotto la supervisione dei genitori), facendolo partecipare da spettatore alle quotidiane manovre di igiene orale dei genitori. Ricordate che i bambini apprendono osservando e imitando i genitori!

In seguito sarà necessario insegnare al bambino piccolo l’uso dello spazzolino e del dentifricio tre volte al giorno per almeno 2 minuti, gratificando l'impegno con rinforzi positivi. Lo spazzolino deve essere a setole morbide e soprattutto con testina di dimensione adeguata all’età.

 

I denti da latte vanno curati?

 

Assolutamente sì! Mantenere in buona salute i denti e tutti i tessuti della bocca favorisce lo sviluppo di un apparato stomatognatico sano e armonico.

I denti da latte devono “durare” fino al momento in cui fisiologicamente vengono persi e sostituiti da quelli permanenti. Nel caso in cui si perdano precocemente i denti da latte, a causa di traumi o carie, è necessario che il Pedodontista valuti la necessità di applicare apparecchi per mantenere lo spazio necessario all’insorgere dei denti permanenti.

 

Cosa fare per prevenire le carie nei bambini?

 

Le sigillature dentali rappresentano assieme alla somministrazione del fluoro e a un'attenta igiene orale, uno dei principali trattamenti in termini di prevenzione dentale.

 

Le SIGILLATURE DENTALI proteggono la superfice masticatoria dei denti posteriori (molari e premolari), non necessitano di anestesia e consistono:

 

1. nell'attenta ispezione dei solchi con eventuale rimozione di smalto indebolito o affetto da carie allo stato iniziale.

2.  applicazione di un materiale resinoso molto fluido (sigillante) che scorrendo all’interno dei solchi e delle fossette dei denti ne rende la superficie masticante meno invaginata e più facile da pulire

 

Nei bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 17 anni, più dell’80% delle lesioni cariose si manifesta nelle irregolarità dello smalto situate sulla superfice masticante; il 74% dei solchi dei molari permanenti trattati con questa metodica preventiva si mantiene sano a distanza di circa 15 anni.

 

Il FLUORO, invece, è un minerale importantissimo che agisce nel processo di sviluppo dei denti, ma anche dopo la loro eruzione.

La corretta applicazione di gel a base di fluoro, aiuta a farli crescere robusti e sani.

 

Esso infatti svolge due impostanti azioni:

  • aiuta nella prevenzione della carie, rendendo lo smalto più resistente all’attacco da parte degli acidi e dei batteri presenti nella bocca.

  • rafforza lo smalto demineralizzato

Entrambi i trattamenti si eseguono nello studio odontoiatrico, a discrezione del dentista, qualora riscontri particolari fattori di rischio.

 

Cosa fare in caso di traumi ai denti?

 

Se un bambino cade e batte i denti da latte le conseguenze possono essere molto variabili e talvolta possono coinvolgere i denti permanenti che in quel momento si stanno ancora formando.

In caso di traumi che coinvolgono i denti, è sempre opportuno far visitare, prima possibile, il bambino dallo specialista che valuterà l’accaduto e potrà consigliare i genitori su come deve essere controllata nel tempo l’eventuale comparsa di complicazioni.

 

Please reload

Post in evidenza

IL DOTT. LUCA GOBBATO INSEGNA A SHANGHAI

20/03/2017

1/1
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag